Caffè al ginseng: benefici e controindicazioni

0

Il caffè al ginseng è una bevanda sempre più apprezzata per la sua capacità di sostituire il caffè tradizionale, offrendo un’alternativa gustosa e priva delle controindicazioni del caffè. Il ginseng ha infatti un potere stimolante e tonificante che focalizza l’attenzione e dona vitalità, proprio come il caffè.

In questo articolo abbiamo chiesto a King Cup, produttore di caffè al ginseng, di approfondire tutti i benefici offerti dal ginseng e capire quali sono le situazioni in cui il suo consumo è consigliato e quando, viceversa, è meglio astenersi dal caffè al ginseng.

Tutti i benefici del caffè al ginseng

Il Panax Ginseng è una pianta perenne di origine asiatica, dotata di radici carnose e commestibili che vengono coltivate da secoli in Cina, Giappone, Indocina e India. Da sempre apprezzato per le sue proprietà stimolanti e tonificanti, il ginseng è stato recentemente sottoposto a studi scientifici che hanno confermato i numerosi benefici che questa sostanza può apportare all’organismo.

Le sue proprietà più notevoli comprendono:

  1. Capacità di stimolare il metabolismo: il ginseng stimola il metabolismo catabolico potenziando la capacità dell’organismo di produrre energia. Questa proprietà produce effetti positivi sulle prestazioni sportive, sulla memoria e concentrazione, e persino sul tono dell’umore.
  2. Studi scientifici universitari hanno confermato che il ginseng è una sostanza afrodisiaca, capace di stimolare il desiderio sessuale sia maschile che femminile.
  3. Il ginseng aiuta a combattere lo stress e a ridurre il colesterolo cattivo nel sangue, proprio grazie alla sua capacità di stimolare il metabolismo senza produrre effetti eccitanti come la caffeina.
  4. Inoltre, il ginseng rafforza le difese immunitarie. Un valido aiuto nella stagione fredda quando influenza e raffreddore possono mettere a dura prova la produttività quotidiana.

La qualità prima di tutto

A volte il caffè al ginseng è sottoposto a critiche poiché può includere ingredienti poco salutari, preparati chimici o estratto di ginseng di bassa qualità. Perché le proprietà del ginseng siano giustamente valorizzate, è ovviamente essenziale che il caffè al ginseng sia di alta qualità, sia preparato con ingredienti salutari e contenga estratto di vero Panax Ginseng.

Le controindicazioni del caffè al ginseng

Nonostante il caffè al ginseng non presenti le stesse controindicazioni del caffè tradizionale, ci sono comunque alcune situazioni in cui è opportuno rinunciare al suo consumo:

  • Durante regimi di assunzione di farmaci antidepressivi o antinfiammatori;
  • Durante alcune fasi della gravidanza, soprattutto nei primi mesi;
  • È anche opportuno evitare un consumo eccessivo, che può dare origine a mal di testa o mal di stomaco. Anche se il caffè al ginseng difficilmente contiene più dell’1% di estratto di ginseng, ricordiamo che questo estratto è puro e quindi, se consumato eccessivamente, può dare disturbi. Consigliamo di non superare le 4 tazzine di caffè al ginseng al giorno;
  • Molti caffè al ginseng contengono una percentuale minima di caffeina: anche se questa percentuale è spesso molto bassa per dare i classici disturbi del caffè, può però essere pericolosa per chi è allergico alla caffeina. Leggi sempre gli ingredienti del caffè al ginseng prima del consumo.

In generale, in caso di assunzione di farmaci o in presenza di patologie o malattie, nonché in gravidanza, è sempre opportuno consultare un medico prima di consumare caffè al ginseng.

Share.